Comune dell'Aquila

No al gasdotto Snam, l'Assessore Moroni: "Giusta la legge regionale, la Corte Costituzionale lo ribadirà"

Pattern_leggero
Canale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube
Stemma Comune di L\'Aquila
Notizie
Ti trovi in: Home » Amministrazione » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

Prossimi eventi

de historia
Dal 22-10-2019
al 24-10-2019

Immagini dalla galleria

Gli ultimi istanti della ricorrenza annuale del primo Giubileo della storia (29 agosto)
L'Amphisculpture di Beverly Pepper
Il Parco del Sole
La lettura della Bolla del Perdono (28 agosto)
Le autorità e gli ospiti al concerto inaugurale
I tre tocchi alla Porta Santa (28 agosto)
Il Parco del Sole
L'Amphisculpture di Beverly Pepper
Il Parco del Sole
L'Amphisculpture di Beverly Pepper
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
Fascicolo del cittadino
L'Aquila Include
Digital'Aq
stazione appalti
Censimento permanente 2018-2021
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia
Pums
13-08-2012
No al gasdotto Snam, l'Assessore Moroni: "Giusta la legge regionale, la Corte Costituzionale lo ribadirà"
 

Il Governo ha proceduto all’impugnativa dinanzi alla Corte Costituzionale della legge regionale, numero 28 del 19 giugno 2012, con la quale la Regione è intervenuta sulla questione del metanodotto Snam, stabilendo, tra l’altro, l’incompatibilità tra grandi oleodotti e gasdotti (con annesse centrali di compressione) e aree altamente sismiche.
Le motivazioni addotte a giustificazione della richiamata impugnativa risiedono nella violazione del riparto di competenze tra Stato e Regione.
Sull’argomento è intervenuto l’Assessore del Comune dell’Aquila, Alfredo Moroni, il quale, nel farsi portavoce dei comitati che da tempo appoggia nell’opposizione al progetto del metanodotto e, nel sostenere, come già fatto dai comitati cittadini per l’Ambiente, la piena legittimità della Regione a legiferare in materia di energia (materie di competenza concorrente e non esclusiva dello Stato), ha inteso ricordare come la Regione non abbia fissato un divieto assoluto alla realizzazione del metanodotto, quanto, piuttosto, l’incompatibilità tra le centrali e le aree ad alta sismicità.
“Nel richiedere allo Stato il rispetto degli impegni presi, - ha dichiarato Moroni - torno a ribadire l’insostenibilità di un progetto che andrebbe a impattare su territori a forte rischio sismico che non potrebbero, quindi, tollerare l’attraversamento dal metanodotto, che andrebbe a collocarsi sull’intera dorsale appenninica”.
“Chiedo, innanzitutto, - ha proseguito l’assessore - di bloccare con immediatezza la conferenza di servizi convocata per autorizzare la centrale di compressione, che dovrebbe essere costruita a Sulmona e, chiedo al Governo, il rispetto degli impegni istituzionali assunti per lo spostamento del metanodotto nel mare, soluzione che, oltre a presentarsi fattibile, si configura come maggiormente ragionevole dal punto di vista ambientale. In merito all’impugnativa della legge, nel dichiararmi fiducioso circa il fatto che la Corte Costituzionale valuterà con assoluta obiettività la legittimità (e quindi la validità) della legge regionale, e nel ritenere che vi siano quindi ampi margini atti a garantire il mantenimento della medesima, sono del parere che il Governo, attraverso l’impugnativa, abbia assunto una posizione del tutto strumentale, volta a far valere l’incostituzionalità della legge al solo fine del perseguimento dell’intento di collocare il metanodotto sulla dorsale appenninica”.
“Condivido, - ha concluso l'Assessore - l'esigenza, prospettata dal vice-Presidente del Consiglio Regionale, Giovanni D'Amico, per cui la Regione si opponga all'impugnativa del Governo. Entro il mese convocherò uno specifico incontro del coordinamento interregionale con i nostri legali per elaborare adeguate motivazioni a sostegno dell'opposizione che i competenti uffici regionali produrranno sicuramente nei termini”.

 


Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani
I Cantieri dell'Immaginario
I Cantieri dell'Immaginario
I Cantieri dell'Immaginario
I Cantieri dell'Immaginario
I Cantieri dell'Immaginario

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it