Comune dell'Aquila

Processo per lo stupro di Pizzoli, l'assessore Pezzopane e il consigliere comunale Bernardi: "Un successo l'ammissione come parte civile del Centro Antiviolenza"

Pattern_leggero
Canale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube
Stemma Comune di L\'Aquila
Notizie
Ti trovi in: Home » Amministrazione » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

Immagini dalla galleria

L'Amphisculpture di Beverly Pepper
Il Parco del Sole
Le autorità e gli ospiti al concerto inaugurale
L'Orchestra Mozart, diretta dal Maestro Abbado (2)
L'Amphisculpture di Beverly Pepper
L'Amphisculpture di Beverly Pepper
27 agosto
Concerto nella Basilica di Collemaggio (24 agosto)
Il Presidente Napolitano si congratula con il Maestro Abbado
Il Parco del Sole
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
Fascicolo del cittadino
L'Aquila Include
Digital'Aq
stazione appalti
Censimento permanente 2018-2021
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia
Pums
19-10-2012
Processo per lo stupro di Pizzoli, l'assessore Pezzopane e il consigliere comunale Bernardi: "Un successo l'ammissione come parte civile del Centro Antiviolenza"
 

L’accettazione della costituzione di parte civile, all’interno del processo per lo stupro di Pizzoli, del Centro antiviolenza costituisce una vittoria epocale.
Una struttura che si occupa di assistere e tutelare le donne e che lavora per promuovere la cultura della prevenzione, sostenendo le donne che scelgono la strada coraggiosa della denuncia, viene considerata da un tribunale parte offesa in un processo per violenza sessuale. Un segnale importante, per la città e per il Paese, che incoraggia a proseguire lungo il percorso della tutela legale, dell’incoraggiamento alla denuncia, che nella maggior parte dei casi non avviene, della promozione di azione concrete e di progetti dedicati.
Fondamentale è il ruolo delle istituzioni, che hanno il dovere di impegnarsi in maniera decisa e attraverso una pianificazione strategica e condivisa.
Come Amministrazione comunale abbiamo sempre sostenuto le attività del centro e delle altre realtà operanti nel settore e continueremo a farlo, anche in futuro, con i fondi in bilancio.
Proseguiremo, dunque, a sostenere azioni concrete di appoggio alle donne, di incentivo culturale, di scolarizzazione e inserimento lavorativo, di supporto legale, medico e psicologico e di tutela rispetto ad ogni forma di violenza. Sappiamo bene, dal momento che i dati e le statistiche quotidianamente diffuse parlano chiaro, che, per un caso che approda in tribunale, moltissimi altri rimangono confinati dentro le mura domestiche o nell’ambiente di lavoro.
Non si denuncia per paura, per la mancanza della consapevolezza rispetto ai propri diritti, per vergogna, perché prigioniere di culture familiari che si fanno complici delle violenze, ma anche perché spesso denunciare vuol dire perdere il lavoro o la casa e restare senza un reddito per mantenere se stesse e i propri figli.
Quello che intendiamo promuovere è dunque un percorso articolato, che porti allo stanziamento di risorse fisse e di progettualità consolidate, in grado di dare risposte a lungo termine.
Sosteniamo le idee di una Casa Rifugio per donne vittime di violenza e per i loro figli, oppure ad una Residenza delle Donne, strutture che diventino nido e incubatori di conoscenze, legalità, acquisizione di competenze professionali e, in definitiva, ponte verso quel futuro a cui si credeva di non avere più diritto. Per questa ragione continueremo a pretendere che i fondi attribuiti al cratere sismico dall’ex ministro Carfagna per la lotta contro la violenza sulle donne, e che il governatore Chiodi sta cercando di scipparci, con la complicità della consigliera regionale di Parità, restino al nostro territorio e vengano impiegati per questo tipo di progetti e di attività.
In futuro, inoltre, promuoveremo la costituzione del Comune dell’Aquila come parte civile in processi per violenza sulle donne.

L’Assessore alle Politiche sociali
Stefania Pezzopane

Il consigliere comunale Pd
Antonello Bernardi

 


Condividi questo contenuto

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it