Comune dell'Aquila

Pace in Siria, il Sindaco e la Giunta aderiscono alla giornata di preghiera e digiuno proclamata da Papa Francesco

Pattern_leggero
Canale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube
Stemma Comune di L\'Aquila
Notizie
Ti trovi in: Home » Amministrazione » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

Immagini dalla galleria

L'Amphisculpture di Beverly Pepper
varsavia4
28 agosto
Il Parco del Sole
Il Presidente Napolitano si congratula con il Maestro Abbado
Il Corteo Storico della Bolla arriva al piazzale di Collemaggio (28 agosto)
L'Amphisculpture di Beverly Pepper
L'Amphisculpture di Beverly Pepper
Anche Roberto Benigni all'inaugurazione
La serata musicale del 24 agosto
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
Fascicolo del cittadino
L'Aquila Include
Digital'Aq
stazione appalti
Censimento permanente 2018-2021
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia
Pums
06-09-2013
Pace in Siria, il Sindaco e la Giunta aderiscono alla giornata di preghiera e digiuno proclamata da Papa Francesco
 

“Non aggiungere polvere, ma fermare la guerra, tutte le guerre!”
Questo l’appello del sindaco dell’Aquila Massimo Cialente e dell’intera giunta comunale, in adesione alla giornata di “preghiera e digiuno” proclamata dal Pontefice contro la guerra.
“A titolo personale, - ha dichiarato il sindaco - seguendo ciò che detta la mia coscienza, ma soprattutto come primo cittadino, aderisco, insieme con l’intera giunta comunale, alla giornata di digiuno e preghiera proclamata da Papa Francesco per riportare la pace in Siria e contro tutte le guerre. Sono convinto che anche tanti cittadini aderiranno, per due ragioni. Il primo è che la città ha appena celebrato, riconoscendovisi, la Perdonanza, la festa del perdono, della pace e della riconciliazione, seguendo il magistero di grande Pontefice, Celestino V, che in secoli bui per la Chiesa tentò di testimoniare il messaggio cristiano come testimonianza di pace e d'amore, quello che Giovanni Paolo II chiamò il momento della riconciliazione con il “Creatore, con le creature e con se stessi”. La Città dell'Aquila fu dunque prescelta da Celestino per veicolare la gioia della pace tra gli uomini”.
“Il secondo motivo – ha proseguito Cialente - è che la mia Città è stata completamente distrutta dal sisma. Sono quattro anni che vediamo le nostre case distrutte, siamo dispersi in una sorta di diaspora, negli alloggi provvisori o negli altri Comuni dell’Abruzzo e del Lazio , molti di noi sono senza lavoro. Chiunque viene nella nostra Città, vedendone le macerie e i danneggiamenti, afferma che appare come bombardata, come se fosse stata al centro di una battaglia. Le strade della città richiamano le drammatiche immagini di reportage di guerre in Libano, ex Jugoslavia, Cecenia, Iraq, Afghanistan. È stata distrutta da una calamità naturale – ha concluso il sindaco - e purtroppo dobbiamo accettare che a volte la natura sia così crudele, ma non possiamo accettare che questa distruzione, insieme con tanto dolore, possa essere scatenato dalla mano dell'uomo, incapace di trovare in se stesso il desiderio di vivere “riconciliato con tutte le creature e con se stesso”.

 


Condividi questo contenuto

Immagini correlate

Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani
Festa di San Sebastiano, patrono dei Vigili Urbani

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it