Comune dell'Aquila

Servizi igienici alla Madonna Fore

Pattern_leggero
Canale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube
Stemma Comune di L\'Aquila
Notizie
Ti trovi in: Home » Amministrazione » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

Immagini dalla galleria

varsavia3
La Dama della Croce (28 agosto)
Il Parco del Sole
Il concerto inaugurale
Il Corteo Storico della Bolla arriva al piazzale di Collemaggio (28 agosto)
varsavia6
26 agosto
Il Sindaco Massimo Cialente accende il braciere della Pace a Piazza Palazzo (23 agosto)
Il Parco del Sole
Il Parco del Sole
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
Fascicolo del cittadino
L'Aquila Include
Digital'Aq
stazione appalti
Censimento permanente 2018-2021
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia
Pums
16-10-2013
Servizi igienici alla Madonna Fore
 

“Era la terza decade di settembre quando, in un comunicato stampa, annunciai che l'amministrazione comunale aveva stabilito di potenziare i servizi sulla zona di Madonna Fore, realizzando l'installazione a terra di lucine contapassi e portando servizi quali i bagni pubblici e l'energia elettrica alla Chiesa come fortemente richiesto dalla Confraternita dell'Addolorata e dai tanti fruitori del luogo.
Un'operazione possibile grazie al contributo di 35mila euro della Fondazione Carispaq ben conscia che il contributo stesso sarebbe stato utilizzato per l'installazione di una rete paramassi a ridosso del costone che sovrasta la chiesa; per la demolizione dell'attuale bagno e la realizzazione di due nuovi bagni; per la sistemazione dell'area pic-nic, di recinzione e parapetti e per la realizzazione di una nuova sbarra.
I lavori, sono partiti, per l'esattezza il 23 settembre, dopo svariati sopralluoghi e la preparazione del progetto.
La localizzazione dei bagni, in particolare, è stata individuata tenendo conto di due fattori, ovvero che devono essere facilmente fruibili perché uno dei due è per disabili e devono essere facilmente raggiungibili dall'autospurgo per svuotare la fossa a tenuta che raccoglie i liquami.
L'attuale bagno, peraltro, un bagno non è, bensì un vaso alla turca, installata alla meglio, dove si scarica con un secchio di acqua piovana, senza ricambio d'aria, dove i liquami vanno a dispersione nell'ambiente circostante, privo di ogni requisito igienico-sanitario oltre che poco accessibile, soprattutto da chi ha qualche difficoltà.
Se avessimo ampliato ed adeguato quella struttura esistente, peraltro, i bagni sarebbero stati ancora più vicini alla chiesa.
Anche pensando di realizzarli di rimpetto a dove sono adesso, avremmo dovuto intaccare ancor di più l’ambiente; sarebbero, infatti, saltate almeno un paio di piante e lo sbancamento sarebbe stato più invasivo oltre al fatto che i bagni sarebbero sorti sotto una scarpata ripida.
Realizzando, invece, la struttura attuale, abbiamo sanato una situazione di scarico a cielo aperto e quello sì che era uno scempio, dando un punto di appoggio alle centinaia di persone che quotidianamente frequentano l'area.
Stiamo peraltro pensando di installarci una cassetta di primo soccorso.
Ad oggi certamente quello è un cantiere aperto e può stonare con l’ambiente, ma a fine lavori l’ingresso dei bagni non sarà visibile direttamente, gli stessi avranno tetto in legno, copertura con coppi antichi, finiture tipiche della montagna con pietra e legno, sistemazione in loco di fiori ed essenze di montagna.
Si tratta di un intervento per nulla impattante che, sicuramente, verrà apprezzato dalla Città, Un po' di pazienza, pertanto e il pensiero che presto una delle montagne più care agli aquilani sarà ancora più fruibile; chi pensa, infatti, che si tratti di “cessi” non solo non è rispettoso delle esigenze altrui ma non valuta in maniera adeguata che un intervento del genere, oltre a fornire servizi, non costituisce una violenza all'ambiente, anzi lo tutela andando ad eliminare la presenza di quei liquami che lo rendono una latrina a cielo aperto.”

Alfredo Moroni - Assessore all'Ambiente

 


Condividi questo contenuto

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it