Comune dell'Aquila

L'Amphisculpture di Parco del Sole

Pattern sfondo titoli
Canale
Stemma Comune di L\'Aquila
L'Amphisculpture di Parco del Sole
Ti trovi in: Home » Citta' » Luoghi da visitare » La Città Nuova » L'Amphisculpture di Parco del Sole

Pagine correlate

Eventi correlati

i cantieri dell\'immaginario 2019
Dal 06-07-2019
al 01-08-2019

Galleria immagini

"Roma incontra L'Aquila" (27 agosto)
26 agosto
26 agosto
26 agosto
Il Piano per le emergenze
URP telematico
Anagrafe on line
Come fare per
Banca dati emergenza
WEBMAIL INTERNA
Sito Accessibile
L'Aquila Include
Digital'Aq
stazione appalti
Censimento permanente 2018-2021
Sistema Informativo Territoriale
SPORTELLO TELEMATICO SUAP
Sportello Unico Edilizia
Pums

L'Amphisculpture di Beverly Pepper, dono dell’artista americana, tra i massimi esponenti della land art, al Comune dell’Aquila. Nato nell’ambito del progetto “Nove artisti per la ricostruzione”, promosso e curato da Roberta Semeraro, è stato realizzato grazie a un generoso contributo di Eni, finanziato all’interno del protocollo “Ripartire da Collemaggio”, che comprendeva il restauro dell’attigua basilica di Santa Maria di Collemaggio, avvalendosi anche del sostegno della Fondazione Carispaq. La direzione dei lavori e il collaudo sono stati a cura della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per L’Aquila e il cratere. "L'opera pubblica deve essere creata affinché la popolazione possa trarne beneficio. – ha dichiarato l’artista Beverly Pepper - All’Aquila ho voluto un’opera che sia un tutt’uno con il simbolo di un passato che si rinnova, Collemaggio”. Integrare l’arte nel paesaggio, ripensare uno spazio rispettandolo, non dominandolo o sconvolgendolo, è quello che Beverly Pepper e gli artisti della land art intendono per valore sociale dell’arte. L’opera segue infatti il naturale declivio del colle, dialogando con le colline che la fronteggiano e con la vallata sottostante. Le due colonne in acciaio  “Narni Columns” poste all’ingresso, alte sei metri, si pongono invece come “totem evocativi”. Un "teatro nel paesaggio", dunque, che nasce dall'ascolto della comunità ferita. Una ricerca del genius loci proiettata verso il futuro e la vita. L’arte contemporanea usata come ponte ideale tra passato e futuro, memoria di una tragedia, quale quella del sisma del 6 aprile 2009, e, al contempo, immagine plastica di speranza e di rinascita che passa attraverso il riappropriarsi di un luogo fortemente identitario per tutta la comunità. Una scelta progettuale in cui, al valore dell’arte, si è unito quello della solidarietà, in un rapporto virtuoso tra pubblico e privato, tra istituzioni e società civile. L’opera, inaugurata il 6 agosto 2018, a tre anni dall’apertura del cantiere, è inserita all’interno del Parco del Sole, uno dei polmoni verdi della città, “luogo del cuore” di molti aquilani e ha avuto ampi riscontri sulla stampa italiana e straniera.

Condividi questo contenuto

Comune di L’Aquila - Via San Bernardino - Palazzo Fibbioni - 67100 L’Aquila - Telefono +39.0862.6451
Posta Elettronica Certificata: protocollo@comune.laquila.postecert.it
Partita iva: 00082410663 - Codice fiscale 80002270660
Responsabile del Procedimento di Pubblicazione
Il portale del Comune di L’Aquila è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune dell'Aquila è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it